Crea sito

Miti e leggende sull’origine della Sicilia

Anche all’origine dello stemma siciliano, storia e mitologia rinnovano il loro matrimonio. La trinacria è composta dalla testa della Gorgone, i cui capelli sono serpenti intrecciati con spighe di grano, dalla quale si irradiano tre gambe piegate all’altezza del ginocchio.

La Gorgone è un personaggio mitologico che, secondo il poeta greco Esiodo, era ognuna delle tre figlie delle due divinità marine Forco e Ceto: Medusa (la gorgone per antonomasia), Steno (“la forte”), Euriale (“la spaziosa”). Avevano zanne di cinghiale, mani di bronzo, ali d’oro, serpenti sulla testa e nella vita, abitavano presso le Esperidi ed erano in grado, con uno sguardo, di pietrificare gli uomini. Le spighe di grano, sulla testa di Medusa, rappresentano l’abbondanza e la fertilità del territorio isolano. Le tre gambe rappresentano i tre promontori, punti estremi dell’isola: capo Peloro nel nord-est, capo Passero a sud oltre Siracusa, capo Lilibeo ad ovest nei pressi di Marsala.

Miti leggende origine Sicilia

Miti leggende origine Sicilia

Il nome Trinacria affonda le sue radici etimologiche fra greco e latino: da “Trikeles”, parola greca composta che sta per “tre promontori”; madre del termine latino “Triquetra”, che sta, invece, per “tre vertici”. Secondo un’altra versione sull’origine del nome Trinacria e del suo simbolo, si racconta che i tre promontori ai tre vertici dell’Isola sarebbero sorti grazie a tre ninfe. Queste tre splendide creature vagavano danzando per il mondo prelevando manciate di terra, piccoli sassi e frutti dalle aree più fertili. Ad un certo punto si fermarono in una regione del globo che aveva un cielo particolarmente limpido ed azzurro. Lì la danza si fece più elegante, gioiosa e fra un passo e l’altro le tre ninfe gettarono in mare tutto quello che avevano raccolto per il mondo. Il mare si illuminò come un arcobaleno e dalle onde emerse una terra tutta nuova, ricca, profumata, splendente. Aveva la forma di un triangolo in quanto riempì lo spazio fra i promontori che si erano creati proprio lì dove le tre ninfe, danzando, avevano gettato tutto il loro ricco carico. E che dire poi del giovane Colapesce, abile nuotatore, che per evitare che la sua isola affondasse, decise di vivere negli abissi e sorreggerla per sempre?

Miti leggende origine Sicilia

Miti leggende origine Sicilia

LINK

http://www.ninniradicini.it/articoli/trinacria_storia_mitologia_sicilia.htm

http://www.grifeo.it/Sicilia%20miti%20D.htm

http://www.torrese.it

 

Siciliana DOC. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali. Amante della sicilianità in tutte le sue forme espressive. Appassionata di arte, folklore e viaggi. Orgogliosa di essere terrona.
Commenta il post usando il tuo profilo preferito
  • Facebook
  • Google Plus
  • Disqus