Crea sito

Ricetta pasta alla norma: l’omaggio di Catania a Vincenzo Bellini

Chi non ha mai sentito parlare della pasta alla Norma, tipico piatto catanese diffusosi nell’isola con varianti legate a ciascun città? Il nome è un chiaro omaggio all’opera musicata dal “cigno catanese”, Vincenzo Bellini, andata in scena per la prima volta al Teatro Scala di Milano nel 1832 senza grande successo. Nessuno avrebbe potuto immaginare che in futuro il termine Norma sarebbe stato usato per indicare qualcosa di unico, un capolavoro: “Pari na Norma” (sembra una Norma) per definire qualcosa di eccellente.

Nonostante il fiasco della prima serata, la tragedia in due atti ambientata nelle Gallie all’epoca della dominazione romana, ha annoverato tra interpreti della protagonista Norma soprani quali Maria Callas. Celebre, inoltre, è diventato nel primo atto il brano Casta Diva. Ma come è accaduto che tale personaggio abbia dato il nome a questo piatto succulento? Si narra che Nino Martoglio, il celebre commediografo catanese, durante un pranzo in casa Musco – Pandolfini a Catania nel 1920 davanti al piatto cucinato dalla padrona di casa abbia esclamato: “ Signora, chista è na vera Norma” (Signora questa è una vera Norma). Il piatto che mangiò Martoglio era composto da spaghetti conditi con salsa di pomodoro, basilico, melanzane fritte e ricotta salata. In breve l’espressione si diffuse rapidamente tanto da battezzare la popolare pasta catanese.

Ricetta pasta alla norma

Ricetta pasta alla norma

Adesso che sapete la storia, possiamo passare alla ricetta. Lo so che non vedete l’ora di preparala. Poiché è un capolavoro nonostante la semplicità, si richiede l’impiego di prodotti genuini DOC.

Ricetta Pasta alla Norma

Ingredienti per 4 persone:
– 400 gr di pasta di grano duro (spaghetti, maccheroni rigati e penne rigate)
– 2 melanzane tonde
– Ricotta salata (l’ideale sarebbe quella proveniente da Vizzini)
– Pomodori tipici detti “rizzi catanesi”, da odore inconfondibile con cui preparare la passata
– Aglio
– Basilico fresco
– Olio extra vergine di oliva
– Sale e zucchero q.b.

Preparazione:
Tagliare le melanzane longitudinalmente a fette spesse. Metterle sotto sale a spurgarle per circa un’ora. Nel frattempo preparate la passata di pomodoro. Lavare i pomodori, tuffarli in una terrina con acqua bollente fino a farli sfaldare. Spellarli e metterli in un tegame con aglio, olio, aggiungere foglie di basilico. Cuocere a fuoco moderato finché il sugo non si addensi. Aggiungere dello zucchero q.b per equilibrare l’acidità del pomodoro. Friggere le melanzane in olio caldo.
Cuocere la pasta, scolarla e metterla nel piatto di portata. Condirla con la salsa di pomodoro, adagiarvi sopra le fette di melanzane e completare con una spruzzata di ricotta salata grattugiata. In alcune città come Messina le melanzane vengono tagliate a cubetti piuttosto che a fette.

Ricetta pasta alla norma

Ricetta pasta alla norma

E adesso a tavola e buon appetito!!!!

Iscrivetevi alla nostra newsletter per restare sempre aggiornati



* campi obbligatori
Terrone fino al midollo. Amante della cucina siciliana e del buon vino. Adora fotografare qualsiasi cosa e viaggiare in qualsiasi Paese. Sogna di fare il giro della Sicilia in Vespa. Prima o poi ce la farà!
Commenta il post usando il tuo profilo preferito
  • Facebook
  • Google Plus
  • Disqus